Voglia di vacanze misurata su Google: da Gallipoli al Giglio col bonus in testa


Hotel, parchi, villaggi. Poi Gallipoli, Conero, Elba o Giglio, fra le mete più ricercate. E soprattutto, per chi ne ha diritto in base alla soglia Isee, con l’aiuto del bonus vacanze (qui la guida completa per richiederlo). Secondo l’indagine stilata da AvantGrade.com, società di digital marketing, sulla base delle ricerche effettuate dagli italiani su Google nel corso dell’ultimo mese, il cosiddetto “sentiment” è ovviamente legato a una grande voglia di relax e di svago. Anche se vale la pena ripetere sempre che non siamo fuori dall’epidemia e occorre attenersi, anche nei contesti vacanzieri, alle misure basilari di igiene e distanziamento, con l’uso della mascherina dove necessario.
 
Dopo l’annuncio del bonus vacanze si è dunque registrata la prima impennata sul motore di ricerca. In particolare, nel periodo dal 10 al 16 maggio, è emersa con forza la voglia di svago degli italiani. Partendo dall’argomento “vacanza”, eccezion fatta per la Campania che è stata la regione dove si è cercato di più, le zone più vivaci sotto questo punto di vista sono state quelle del Centro Italia. In particolare Umbria, Lazio e Toscana. Insieme a Lombardia, Valle d’Aosta e Piemonte. Cambia invece il dato delle città: Napoli ha più voglia di ferie seguita da Bologna, Genova, Brescia e Roma.
 


Voglia di vacanze misurata su Google: da Gallipoli al Giglio col bonus in testa

Gallipoli, Puglia

Il bonus vacanze, assegnato già a oltre 350mila nuclei familiari, è un altro forte interesse degli italiani: le chiavi più cliccate sono appunto “bonus vacanze covid-19”, “bonus vacanza come ottenerlo” e “chi accetta bonus vacanze”. Già, perché una volta accordato il buono, spendibile come credito sul conto della struttura e anche dei servizi di altro genere come quelli balneari a patto che siano inclusi nella stessa fatturazione e in parte come detrazione, bisogna individuare le strutture che lo accettino come forma di pagamento. Non sembrano essere moltissime. Per aiutare i beneficiari a orientarsi Federalberghi ha creato una piattaforma con l’elenco delle strutture, compresi b&b, case vacanze, agriturismi o villaggi, che aderiscono. All’utente basta inserire date e destinazione, ma anche solo la regione per chi volesse farsi ispirare, e visualizzare l’elenco degli alberghi. Simulando una ricerca per il fine settimane 24-26 luglio se ne trovano per esempio 235 in Emilia-Romagna, 61 in Sicilia, 111 in Toscana, appena 26 in Puglia e 36 in Sardegna. Ma anche 69 in Liguria.
 
Tornando all’indagine, emerge infine anche l’irrefrenabile voglia di ferie dei single, forse e in parte perché più colpiti dall’isolamento del lockdown: la ricerca “speed vacanze” segna infatti un +4.050%. Tra gli argomenti correlati, spiega l’analisi, le ricerche per destinazione regalano una conferma importante: gli italiani cercano opportunità da Nord a Sud del nostro Paese. Ancora troppi i problemi con l’estero, in particolare fuori dall’Unione Europea, con quarantene al rientro e situazioni sanitarie poco chiare. Le mete più ambite sembrano essere Gallipoli (che ha fatto segnare +300% di ricerche), la riviera del Conero (+200%), l’isola d’Elba (+200%) e l’isola del Giglio (+200%) e di nuovo la Puglia con Vieste (+180%).
 
Ma cosa cercano gli italiani? Chi ha effettuato più ricerche nel settore viaggi ha navigato in cerca di soluzioni diverse tra parchi a tema, guest house e mete specifiche. Per “Curon Venosta – comune Italiano” balzo del 950% (il paese altoatesino sulle rive del lago di Resia, e sul suo campanile sommerso, legato anche all’omonima serie tv su Netflix) mentre “parco acquatico” segna un +250%. Vanno forti anche le Cinque Terre con un +200% di ricerche, Finale Ligure (+150%), Porto Cesareo (+140%), Palinuro (+140%) e Sperlonga (+140%).
 


Voglia di vacanze misurata su Google: da Gallipoli al Giglio col bonus in testa

Curon Venosta (Alto Adige)

Per quanto riguarda gli hotel, le regioni più attive nella ricerca sono state Trentino-Alto Adige, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Val d’Aosta. Non c’è purtroppo da stupirsi: i dati dimostrano la voglia di evadere dopo il lockdown, soprattutto dai territori più colpiti. Chi ha cercato un albergo si è soffermato su località specifiche, che hanno dunque fatto registrare forti picchi: la già vista Palinuro (+250%), Varazze (+200%), Finale Ligure (+170%), Tropea (+170%) e l’isola di Ponza (+170%).
 
Anche i villaggi però sono molto ambiti dagli italiani, soprattutto al Sud. Campania, Puglia e Basilicata sono infatti le regioni più attente a questa soluzione, buona per tutta la famiglia. Infine, per quanto riguarda le case vacanza, le richieste su Big G dimostrano quanto sia un’opzione che piaccia a campani, laziali e siciliani. La parola chiave più ricercata in tal senso è “casa vacanze puglia” (+250%). Continua a convincere, è ormai un evergreen per gli italiani, anche la soluzione agriturismo.
 
La ricerca di AvantGrade.com regala anche un’interessante mappa sulle preferenze legate alle piattaforme online per prenotare viaggi e vacanze. Che tuttavia, vale la pena ricordarlo, sono escluse dalla possibilità di utilizzare il bonus. Booking.com è senza dubbio la più cliccata, in particolare a Napoli, Catania, Bari, Verona e Brescia. Segue Airbnb, che invece piace più in termini relativi a Torino, Palermo, Modena Bologna e Firenze. “Il Bonus vacanze ha riacceso la voglia di muoversi degli italiani soprattutto sul corto e medio raggio, nel weekend e in case vacanze” – commenta Ale Agostini, direttore di AvantGrade.com – le città con più voglia di partire sono risultate Napoli, Bologna e Genova, mentre fra le mete più desiderate svettano diverse affascinanti località marittime del Sud. È un bel segnale di ripresa per l’Italia intera”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *